Sei in: Home > Corsi di insegnamento > Chimica Analitica (Nuovo Ordinamento D.M. 270)
 
 

Chimica Analitica (Nuovo Ordinamento D.M. 270)

 

Anno accademico 2011/2012

Codice attività didattica
MFN0458
Docenti
Corso di studio
Chimica
Chimica
Anno
2° anno
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
8
SSD attività didattica
CHIM/01 - chimica analitica
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Lezioni frontali facoltative; laboratorio obbligatorio
Tipologia esame
Scritto
 
 

Risultati dell'apprendimento attesi

Il corso si propone di fornire: (i) la preparazione teorica e le abilità di “problem solving” relative alla termodinamica delle soluzioni ed in particolare agli equilibri in soluzioni di elettroliti, anche in sistemi multifasici; (ii) le competenze riguardanti gli aspetti teorici delle metodologie di analisi chimica classiche (metodi volumetrici: titolazioni acido-base, complessometria, titolazioni redox) e delle metodologie strumentali di base (spettrofotometria, conduttometria, potenziometria, celle elettrochimiche, elettrodi di misura e di riferimento, elettrodi ione selettivi); (iii) le competenze riguardanti i calcoli di speciazione in presenza di equilibri multipli e la determinazione sperimentale di costanti di equilibrio. Queste conoscenze sono propedeutiche per la comprensione dei metodi della chimica analitica classici e strumentali trattati nei corsi successivi.

 

Programma

  • Italiano
  • Inglese

Considerazioni generali, il processo analitico, la chimica analitica e scienza della misura

Termodinamica delle soluzioni, attività e coefficienti di attività, equilibri acido/base, equilibri di complessazione, elettrochimica ed equilibri redox.

Equilibri multifasici: precipitazione e dissoluzione, di ripartizione gas-liquido e liquido-liquido, di adsorbimento. Cenno agli equilibri in solventi non acquosi. Cenno ai calcoli di speciazione in sistemi ad equilibri multipli.

Introduzione ai metodi elettroanalitici: celle elettrochimiche, elettrodi indicatori e di riferimento, potenziometria, elettrodi ione-selettivi, misura del pH. Metodi conduttometrici. Elettrolisi e metodi coulombometrici, titolazioni coulombometriche.

Spettrofotometria di assorbimento UV-Visibile: interazione della radiazione elettromagnetica con la materia, riflessione, rifrazione, assorbimento, diffusione, cromofori, grandezze fotometriche e radiometriche, legge di Lambert-Beer, strumentazioni (sorgenti, monocromatori, rivelatori, materiali, fibre ottiche), reazioni colorimetriche.

Cenno ai sensori chimici (miniaturizzati).

Luminescenza: basi chimico-fisiche dei fenomeni di fluorescenza, fosforescenza e chemiluminescenza, strumentazione ed applicazioni analitiche

Metodi analitici basati su reazioni chimiche: gravimetria e volumetria, standard primari e secondari Titolazioni acido–base Titolazioni complessometriche Titolazioni redox.

Automazione e miniaturizzazione dei metodi analitici, analisi di processo, Automazione dei metodi classici, titolazioni potenziometriche, fotometriche, coulombometriche, amperometriche.

 

Testi consigliati e bibliografia

I testi base consigliati per il corso sono:
1) dispense fornite dal docente
2) Freiser & Fernando  Gli equilibri ionici nella chimica analitica, Piccin editore (utile anche per i corsi successivi)
3) D.C. Harris, Chimica Analitica Quantitativa, Zanichelli (un ottimo testo di base utilizzato anche nei corsi di chimica analitica successivi al presente);

E’ consigliato l’utilizzo del seguente materiale per approfondimenti e integrazioni:
Wilson & Wilson Comprehensive Analytical Chemistry, Elsevier
Treatise on Analytical Chemistry, McGraw–Hill, seconda edizione.
Entrambe le opere sono disponibili presso la Biblioteca “G.Ponzio” dei Dipartimenti Chimici

Infine sono di seguito indicati siti internet di interesse:
http://elchem.kaist.ac.kr/vt/index.htm Enciclopedia della chimica analitica on–line, breve introduzione alle metodologie della chimica analitica.
http://ull.chemistry.uakron.edu/analytical/index.html Chimica analitica all’Università di Akron, curato da J.K.Hardy, completo ed interessante.
http://www.liv.ac.uk/Chemistry/Links/refanal.html, una serie di link a siti web contenenti materiale di interesse
http://www.iupac.org/publications/analytical_compendium/, edizione on–line del “compendium of analytical nomenclature” della IUPAC
http://onsager.bd.psu.edu/~spudich/Quant.html, questo sito fornisce links a pagine web contenenti materiale interessante per la chimica analitica
http://bcs.whfreeman.com/qca/ sito web dell’edizione inglese del libro D.C. Harris, Chimica Analitica Quantitativa, Zanichelli

Infine sono di seguito indicati siti internet di interesse:
http://elchem.kaist.ac.kr/vt/index.htm Enciclopedia della chimica analitica on–line, breve introduzione alle metodologie della chimica analitica.
http://ull.chemistry.uakron.edu/analytical/index.html Chimica analitica all’Università di Akron, curato da J.K.Hardy, completo ed interessante.
http://www.liv.ac.uk/Chemistry/Links/refanal.html, una serie di link a siti web contenenti materiale di interesse
http://www.iupac.org/publications/analytical_compendium/, edizione on–line del “compendium of analytical nomenclature” della IUPAC
http://onsager.bd.psu.edu/~spudich/Quant.html, questo sito fornisce links a pagine web contenenti materiale interessante per la chimica analitica
http://bcs.whfreeman.com/qca/ sito web dell’edizione inglese del libro D.C. Harris, Chimica Analitica Quantitativa, Zanichelli

 
Ultimo aggiornamento: 14/11/2011 11:04
Campusnet Unito
Non cliccare qui!